Il bando di servizio civile "Comunicare il sociale" presso Arci nazionale

09/06/2017




6 volontari
Periodo di realizzazione: a partire da settembre 2017

Scadenza per la presentazione della domanda: 26 giugno 2017

 

Arci Servizio Civile presenta il bando per il progetto “Comunicare il Sociale”. Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione per la selezione dei volontari è il 26 giugno 2017 alle ore 14:00. La domanda è da presentarsi alla sede di Arci Servizio Civile Nazionale in via dei Frentani 4, Roma.

Il progetto si svolgerà nella sede nazionale dell’ARCI, in via Monti di Pietralata 16: nello specifico, 3 giovani saranno impiegati presso l’Ufficio Immigrazione e Asilo e 3 presso l’Ufficio Cultura e comunicazione.

Il progetto si pone l’obiettivo di migliorare la capacità della rete Arci di offrire risposte concrete, puntuali ed efficaci alle condizioni di difficoltà in cui versa la popolazione, sia attraverso interventi che toccano la dimensione sociale che attraverso proposte che favoriscano la crescita culturale e le pari opportunità per tutti.

La rete Arci, diffusa capillarmente sul territorio nazionale, ha negli anni svolto la funzione di antenna sulle condizioni della popolazione ed ha saputo mettere in campo una progettualità in risposta ai bisogni rilevati, lavorando ormai da anni sul binomio “Cultura” e “Sociale”, immaginando e attuando nel quotidiano una promozione “sociale ed interculturale”.

L’attività del progetto “Comunicare il Sociale” sarà in primo luogo di rilevamento delle attività della rete Arci volte a contrastare i disagi sopra citati, e dei beneficiari del progetto, da cercare nelle categorie sociali più marginalizzate e a rischio, soprattutto giovani e migranti.

Il progetto si articola intorno a tre fasi di lavoro nelle quali saranno coinvolti a pieno i volontari:

la prima fase del lavoro sarà dedicata da un lato a mappare le iniziative dell’Arci e dall’altro ad individuare una rosa di indicatori trasversali per misurare la ricaduta sociale delle attività socio culturali della rete Arci (comitati e circoli). Sarà costituita un’equipe di lavoro con esperti esterni che accompagnerà tutto lo svolgimento del progetto a partire da un percorso di formazione specifico dei volontari selezionati. In questa fase verranno elaborati gli strumenti di rilevazione tanto dei bisogni quanto della ricaduta delle azioni messe in campo in risposta ai bisogni rilevati.

La seconda fase prevedere la raccolta di dati attraverso la somministrazione di questionari, interviste, focus group etc. Particolare attenzione sarà data all’analisi dei canali comunicativi prevalentemente utilizzati per la comunicazione interna ed esterna.

In questa fase si approfitterà di tutte le occasioni pubbliche dell’associazione, anche in altre città d’Italia (es. il Meeting Antirazzista che si svolge ogni anno a Cecina, la Carovana Antimafie, la Festa della musica, Gli strati della cultura) per incontrare le persone da intervistare.

La terza fase è finalizzata alla sistematizzazione dei dati per organizzare un primo censimento quali-quantitativo della ricaduta delle attività sociali e culturali della rete secondo una mappa nazionale dei circoli Arci.

Saranno indagate in particolare le aree di intervento connesse:

a) all’accoglienza verso migranti e altre categorie di cittadini svantaggiati e più in generale alle attività di sostegno all’accesso ai diritti sociali;

b) alle attività socio-culturali verso bambini/giovani e anziani.

Il risultato finale del progetto sarà la redazione, la diffusione e la comunicazione del bilancio sociale dell’associazione.

IN ALLEGATO:
IL TESTO COMPLETO DEL BANDO:  PDF BANDO COMUNICARE IL SOCIALE 
il documento BANDO SERVIZIO CIVILE: COSA FARE

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: www.arciserviziocivile.it

 



Tags :

Lascia un Commento



(Il tuo indirizzo email non sarà visualizzato pubblicamente.)



image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss